giovedì 23 giugno 2011

Recensione: Reckless. Lo specchio dei mondi - Cornelia Funke

Titolo: Reckless
Autrice: Cornelia Funke
Prezzo: 17,00€
Dati: 2010, 276 p., rilegato
Editore: Mondadori (collana I Grandi)
Traduttore: Magnaghi R.

- Come mai preferisci essere una volpe? - le chiese Clara. La notte le aveva tinto gli occhi di nero nero. - Forse perchè, così, è più facile capire questo mondo?
- Le volpi non tentano di capirlo. 
Clara si passò le mani sulle braccia, quasi che ancora si sentisse sopra quelle di Jacob. E Volpe intuì che avrebbe desiderato anche lei una pelliccia come la sua.


Trama:

C'erano una volta due fratelli... Jacob ama la notte. Ne avverte l'oscu-rità sulla pelle come un mantello intessuto di libertà e pericolo. E di notte lo specchio, occhio scintillante tra le librerie, lo attira, denso di promesse, dallo studio del padre scomparso. "Torna!" scrive il ragazzo nella polvere dello scrittoio, mentre Will, il fratello minore, dorme con la luce accesa. Però sarà Jacob a varcare la cornice di vetro e a non tornare. Il Mondo Oltre lo Specchio è un luogo terrificante, ma a volte gli fa meno paura di quello reale. Sembra abitato da unicorni, geni dell'acqua o innocui nani, e invece è la Terra dei Goyl, creature di corniola e ametista, guerrieri di un regno spietato. Sembra popolato di magici oggetti, ed è la magia di un amore disumano. Sembra che vi pulsi il cuore di una fata da amare, tradire, e amare ancora, e sono le rosse falene, intrise di veleno, della sua Oscura Sorella. L'infanzia, tuttavia, dura un minuto e pesa come polvere di elfo. Will, ormai adulto, attraversa lo specchio per inseguire suo fratello. I Goyl, però, inseguono lui. Vogliono che diventi uno di loro, vogliono trasformare i suoi ricordi in giada. Quanto tempo ha Jacob per salvarlo? Una storia gotica, affascinante e spaventosa che affonda le sue radici nella mitologia dei fratelli Grimm e di J.R.R. 

L'autrice:

Nata nel 1958, si è laureata ad Amburgo in Pedagogia, specializzandosi poi nell'ilustrazione per ragazzi, campo in cui ha lavorato fino a che non ha deciso di diventare una scrittrice. Notissima in Germania, vincitrice di numerosi premi, ha raggiunto la fama mondiale con Cuore d'inchiostro, diventato recentemente un film con Brendan Fraser, e il seguito della trilogia Veleno d'inchiostro e Alba d'inchiostro. nel 2005, la rivista 'Time' l'ha nominata tra le 100 più influenti personalità della cultura. vive a Los Angeles in una casa piena di libri, con due figli e un cane di nome Luna.

 
Recensione:
Ero molto ansioso di poter finalmente riaccalappiare questo romanzo dalla mia libreria ed iniziarne finalmente - dopo tanta attesa - la lettura. 
Ero molto piccolo quando ho letto e amato il primo volume della trilogia che ha reso famosa quest'autrice, la trilogia di Cuore d'inchiostro, ed è proprio da questo suo libro che è nata in me la passione per la lettura, decidendo, a distanza di molti anni, di consacrare alla Funke il titolo di questo stesso blog.
L'uscita di questo suo nuovo romanzo mi ha catapultato in libreria, curioso di scoprire se  questa narratrice tedesca, che tanto mi aveva fatto sognare da piccolo, sarebbe riuscita ad incantarmi con le sue parole ancora una volta.
Ce l'ha fatta? Dirlo non è facile.
Ma, dato che vi voglio tenere sulle spine, faccio un po' il punto della trama, in modo da analizzare meglio il romanzo e chiarire le idee, non tanto a voi, quanto a me stesso: recensire questo libro non è affatto semplice, è difficile essere obbiettivi con un'autrice che si ama così tanto.
Immaginate un mondo popolato da creature fantastiche e terribilmente pericolose: fate, geni dell'acqua, folletti, nani; immaginate un mondo dove una guerra imperversa tra umani e Goyl, distruggendo tutto al suo passaggio, mietendo milioni di vittime e trasformando gli uomini in creature di pietra e occhi di oro; immaginate un mondo dove ogni favola che vi sia stata raccontata da bambini prende vita, con case di marapane, una bella addormentata intrappolata in un sonno eterno, un'isola fatata, una rosa magica...
Questo è il Mondo Oltre lo Specchio.
E Jacob Reckless è l'unico a sapere come arrivarci, da quando, a dodici anni, ha scoperto il segreto dello specchio che il padre ormai scomparso custodiva nel suo studio; lo specchio è una porta tra i due mondi, quello reale e quello oltre il riflesso, dove lui si rifugerà sempre più spesso, in cerca di una vita solitaria e senza affetti, fuggendo dal pianto di una madre malata e consumata dal dolore.
Ma gli anni passano e un fatale errore fara sì che anche Will, suo fratello, dopo tanto tempo, scopra l'oscuro segreto dello specchio, diventando subito vittima di una fatale maledizione, lanciata dalla temebile Fata Oscura, amante di Kami'en, imperatore dei Goyl: il suo corpo inizierà a mutare trasformando pian piano anche lui in una creatura di pietra ricolma di rabbia e odio. Ma Will non sarà un Goyl come gli altri, la sua pelle sarà di giada e, con lui affianco, l'imperatore Kami'en diverrà invincibile, come narra un'antica profezia. 
Quanto tempo resta a Jacob per salvarlo?
La Funke riesce ancora una volta ad intessere con le sue parole un mondo intriso di magia, ho apprezzato davvero tanto la sua fervida immaginazione e i riferimenti alle fiabe dei Grimm, come sapete spesso mi definisco un eterno Peter Pan.
Il Mondo Oltre lo Specchio è un posto incantevole e ho amato alla follia le leggende che l'autrice dissemina nel corso della storia, il suo stile ha qualcosa di magico e scorre che è una meraviglia con descrizione accurate che, senza appesantire in alcun modo la trama, fanno sentire e toccare al lettore ciò che circonda i protagonisti del romanzo, spezzando quel confine che vi è tra la dimensione reale e quella delle parole d'inchiostro. Io stesso spesso ho avuto l'impressione di aver attraversato lo specchio magico e di ritrovarmi dentro il racconto. 
La trama è ben strutturata e ricca di colpi di scena, non cade mai nel banale, non stanca e si fa leggere in pochissimo tempo. 
Il problema maggiore è però che i lettori che hanno apprezzato la Funke, si sono legati alla saga di Cuore d'inchiostro, compostra da ben tre lunghi libri, ed è sempre difficile per un'autrice in questo caso riuscire a conquistare ancora una volta i propri fans con una nuova storia; occorre davvero molto talento. Inizialmente ci si trova sempre un po' spaesati perchè si ha a che fare con qualcosa di nuovo, personalmente anche io inizialmente avevo l'impressione di muovermi su un terreno accidentato e ignoto, ed è forse per questo motivo che non ho potuto apprezzare a pieno l'intero romanzo. I personaggi mi sono sembrati un po' freddi, avevo a che fare con protagonisti nuovi e l'autrice, forse per curare maggiormente l'aspetto paesaggistico e narrativo, non aiuta di certo il lettore a 'farseli amici' trascurando un po' troppoil loro spessore emotivo.
Perchè del resto questo dovrebbero essere i personaggi di un romanzo: amici, compagni di viaggio e con quelli di Reckless non ho instaurato certamente questo rapporto.
Jacob in particolare mi ha trasmesso ben poco, al contrario di Volpe che è la protagonista di spicco nell'intera narrazione. Su di lei sì che ho notato davvero una buona sfera emotiva, palpabile, umana, nonostante la sua forma animale; uno di quei personaggi che si amano incondizionatamente.
C'è da dire inoltre che, al contrario dei suoi libri precedenti, questo romanzo è molto più breve, quasi l'autrice avesse voluto fare un tentativo e vedere come andava, sottovalutando alcuni punti ma lasciandosi aperte delle porte per un seguito.
Per questo motivo non mi sento di criticare più di tanto Reckless: a vedere il finale molto molto aperto, una continuazione è più che possibile, anzi ci spero e mi riservo di valutare ancor meglio il tutto in futuro, in modo da vedere se la situazione migliora o peggiora. Per ora il libro si posiziona su un punto di ottima stabilità.

Consigliato? Certo, è decisamente un buon fantasy e la Funke non delude mai, lasciando sempre un segno nel nostro cuoricino di lettori.


Voto: 
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento.


2 commenti:

  1. Ma ci sarà un seguito?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fortunatamente sì! :D
      Credo che entro la primavera del 2013 sarà nostro, se la Mondadori si da una mossa :)

      Elimina