domenica 28 aprile 2013

Anteprime Italiane

Oggi parliamo di anteprime, rispetto alle quali c'è stata non poca latitanza negli ultimi tempi da parte mia, un po' perchè non trovavo granché di davvero interessante da presentarvi, un po' perchè quelle poche nuove uscite che mi interessavano davvero le ho captate solo una volta pubblicate e già presenti in libreria.
Per questo motivo ho deciso di mettermi seriamente all'opera, girovagare per la rete e scovare qualche bel titolo inedito, ma ancora per poco. Inaspettatamente sono tutti italiani e, molto meno inaspettatamente, voglio che siano miei al più presto!

Ultimamente mi sto interessando al fantasy italiano, ovvero a quell'esemplare di autore spesso poco conosciuto dalla massa e di cui possiamo vedere i romanzi schiacciati tra un volume della Trosi e un mattonazzo di Paolini. Perchè in Italia siamo fatti così, amiamo lamentarci delle case editrici, delle nuove pubblicazioni, del fantasy nostrano, senza però informarci davvero - informazione che NON può essere limitata solo alla classifica dei libri più venduti nelle librerie Feltrinelli - e investire i nostri soldi, magari rischiando, su qualche autore di cui non abbiamo ancora sentito parlare. Meglio dire che il fantasy del Bel Paese è tutto merda, così ci si sbriga prima e si fa anche la figura del lettore critico.
Per quanto mi riguarda, però, ho deciso di rischiare e tra gli autori sulla mia lista c'è Francesco Dimitri, a dire la verità non proprio l'ultima ruota del carro, poiché è uno dei più influenti pionieri italiani del nuovo fantasy, un simpatico individuo che ho avuto spesso l'onore di incrociare in libreria con titoli molto accattivanti, uno fra tutti l'accattivante Pan. Nel frattempo, mi appunto - e divulgo a voi - il titolo del suo prossimo romanzo, L'età sottile, edito dalla mitica Salani e disponibile in libreria dal 9 Maggio, forte di una trama forse dal taglio più adolescenziale rispetto al precedente Alice nel paese della vaporità, ma ugualmente interessante.



Titolo: L'età sottile
Autore: Francesco Dimitri
Prezzo: 15.00€
Dati: 2013,320p.,brossura
Editore: Salani
Disponibile dal: 9 Maggio 2013

Trama:
Quando Gregorio incontra la Magia per prima volta ha quattordici anni, e l’infanzia gli sta scivolando di dosso come l’acqua del mare del piccolo paese del Sud dove va in vacanza. La proposta che gli viene fatta va oltre ogni immaginazione, e l’idea di diventare più potente di qualsiasi mortale sembra decisamente allettante… Se Gregorio accetta, però, dovrà nascondere a chiunque la sua nuova vita; dovrà tacere e mentire alla famiglia e agli amici di un tempo; dovrà abbandonare la sua normalità ed entrare in un mondo dove la parola è azione, e le azioni sono al di sopra di ogni giudizio. Un mondo di cambiamento costante, di pericoli mortali, di tradimento, ma dove l’amicizia è più potente della morte… Originale, spiazzante, crudo, onirico e realistico al tempo stesso, dal più talentuoso e visionario autore del fantastico italiano un sorprendente romanzo di formazione che ci ricorda che ogni adolescente è mago, perché vuole conservare il potere dell’infanzia e trasportarlo integro nell’età adulta.

L'autore:
Francesco Dimitri è nato in Italia nel 1981 e vive a Londra. Scrive, collabora con riviste, agenzie di comunicazione e blog, gioca di ruolo e va in giro per i boschi. Il suo romanzo Pan, è stato un caso letterario. Ha pubblicato anche Alice nel paese della vaporità. 
Contatti: Facebook, Twitter, Blog


Come il precedente, anche il secondo titolo scovato, è un fantasy italiano che definire semplicemente intrigante sarebbe un eufemismo. Diciamo solo che da quando l'autore ne ha divulgato la notizia su Facebook non riesco a pensare ad altro e non tenterò nemmeno di riassumerne la trama, sappiate solo che il romanzo in questione non solo maneggia una storia innovativa, una di quelle che ti fanno pensare "Ma perchè queste idee non vengono a me?!" , ma il punto cruciale è che basa la geografia del suo mondo su La Divina Commedia con, a mio parere, una notevole contaminazione del mito di Orfeo ed Euridice. Il romanzo in questione si intitola Inferno e nasce dalla penna del profilico scrittore nonché affabile e disponibile editor Francesco Gungui, la stessa persona che ha dato i natali a Patrignani e il suo Multiversum e che ora si appresta a regalarci una nuova promettente saga, ovvero i Canti Delle Terre Divise.
Inutile aggiungere altro: le aspettative sono altissime, il rischio di rimanerne delusi e gettare alle ortiche una buona idea altrettanto. 


Titolo: Inferno (Canti delle Terre Divise #1)
Autore: Francesco Gungui
Prezzo: 16.00€
Dati: 2013,350p.,brossura
Editore: Fabbri 
Disponibile dal: 7 maggio 2013 

Trama:
Se sei nato in Europa, la grande città nazione del prossimo futuro, hai due sole possibilità: arrangiarti con lavori rischiosi o umili, oppure riuscire a trovare un impiego a Paradise, la zona dove i ricchi vivono nel lusso più sfrenato e possono godere di una natura incontaminata. Ma se rubi o uccidi o solo metti in discussione l'autorità, quello che ti aspetta è la prigione definitiva, che sorge su un'isola vulcanica lontana dal mondo civile: Inferno. Costruita in modo da ricalcare l'inferno che Dante ha immaginato nella "Divina Commedia", qui ogni reato ha il suo contrappasso. Piogge di fuoco, fiumi di lava, gelo, animali mostruosi rendono la vita difficile ai prigionieri, che spesso muoiono prima di terminare la pena. Nessuno sceglierebbe di andare volontariamente a Inferno, tranne Alec, un giovane cresciuto nella parte sbagliata del mondo, quando scopre che la ragazza che ama, Maj, vi è stata mandata con una falsa accusa. Alec dovrà compiere l'impresa mai riuscita a nessuno, quella di scappare con lei dall'Inferno, combattendo per sopravvivere, prima che chi ha complottato per uccidere entrambi riesca a trovarli... 

L'autore:
Francesco Gungui è nato a Milano nel 1980; conseguita la maturità classica al liceo Parini, ha deciso di iscriversi all’Accademia di Belle Arti, ma è stato rifiutato. Da allora, dopo aver conseguito la laurea in Scienze dei Beni Culturali, ha comunque dipinto molto e si è dedicato con successo alla scrittura per bambini, adolescenti e adulti. Oggi, unisce al mestiere di scrittore quello di editor per la casa editrice Mondadori. Nel 2008 pubblica il suo primo romanzo per ragazzi, Mi piaci così, campione di incassi con 40.000 copie vendute e edizione negli Oscar Best Seller Mondadori. Uscito nel 2010 il seguito, Mi piaci ancora così e nel 2011 Pensavo di scappare con te. Inferno è il primo volume della saga dei Canti Delle Terre Divise
Contatti: Facebook, Sito , Facebook Fanpage



Arriviamo finalmente alla terza e ultima scovata letteraria, che nasce, però, dalla penna di una scrittrice e si discosta totalmente dal genere fantasy. Molti di voi conosceranno già il nome Sara Rattaro, impiegata in una multinazionale farmaceutica, è riuscita a far sentire la sua voce con Un uso qualunque di te, edito un anno fa con Giunti e molto apprezzato dai lettori italiani, talmente tanto da spingere la rinomata casa editrice Garzanti ad acquistare i diritti del suo nuovo romanzo Non volare via, che già dalla quarta di copertina promette una storia toccante e commovente, incentrata su tematiche reali come l'amore, specialmente quello imperfetto, la famiglia, l'adolescenza e le difficoltà di essere genitori di un bambino straordinario.
Come dire di no ad una trama così traboccante di emozioni? Non ho letto il precedente romanzo della Rattaro, ma questo deve essere assolutamente mio.

Titolo: Non volare via
Autrice: Sara Rattaro 
Prezzo: 14.90€
Dati: 2013,340p.,rilegato
Editore: Garzanti 
Disponibile dal: 2 Maggio 2013 

L'amore è sempre una scelta 
Trama:
Matteo ama la pioggia. Gli piace sentirne il tocco leggero sulla pelle. Perché quello è l'unico momento in cui è uguale a tutti gli altri. Perché Matteo è nato sordo. Oggi è giorno di esercizi. La logopedista gli mostra un disegno con tre uccellini. Uno vola via. Quanti ne restano? La domanda è continua, insistita. Ma Matteo non risponde, la voce non esce, e nei suoi occhi profondi ce un mondo fatto soltanto di silenzio. All'improvviso la voce, gutturale, esce: "Pecché vola via?". Un uccellino è volato via e Matteo l'ha capito prima di tutti. Prima della mamma, Sandra. Prima della sorella, Alice. È il padre a essere volato via, perché ha deciso di fuggire dalle sue responsabilità. All'inizio non era stato facile crescere il piccolo Matteo. Eppure tutti si erano fatti forza in nome di un comandamento inespresso: "Restare uniti grazie all'amore". Ma è stato proprio l'amore a travolgere Alberto, un amore perduto e sempre rimpianto. Uno di quei segreti del passato che ti sconvolge la vita quando meno te l'aspetti. E lo fa quando credi di essere al sicuro, perché sei adulto e sai che non ti può succedere. E che poi ti trascina nell'impeto di inseguire i tuoi sogni. Ma adesso Alberto ha una famiglia che ha bisogno di lui. Sandra, la donna che ha sacrificato tutto per il figlio. Alice, la figlia adolescente che sta diventando grande troppo in fretta. Ma soprattutto ha bisogno di lui Matteo, che vorrebbe gridare "Papà, non volare via." 

L'autrice:
Sara Rattaro è nata nel 1975 a Genova. Laureata in Biologia e in Scienze della Comunicazione, ha frequentato il master in Comunicazione della Scienza «Rasoio di Occam» a Torino prima di essere assunta come informatore farmaceutico. Coltiva da sempre la passione per la scrittura, le sue storie si ispirano ai racconti delle persone che incontra. Nel 2010 ha pubblicato con Morellini Sulla sedia sbagliata e nel 2011 Un uso qualunque di te, e dito da Giunti.
Contatti: Sito, Facebook 


Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento.


3 commenti:

  1. i primi due mi attirano moltissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me intriga tantissimo quello di Gungui :)

      Elimina
  2. Il primo libro ed il terzo mi incuriosiscono molto!
    Ps. Qui c'è un premio per te! :)
    http://franniescafe.blogspot.it/2013/04/liebster-blog-awards.html

    RispondiElimina